Bio

    mst by annalisa russo 2015

    I Marta Sui Tubi nascono come duo, formato da Giovanni Gulino e Carmelo Pipitone. Originari di Marsala, ora con base a Milano, registrano il loro album d’esordio “Muscoli e Dei” con Fabio Magistrali che esce con Eclectic Circus Records a fine 2003. Tutta la stampa e televisioni musicali lo accolgono come un capolavoro.

    Nello stesso periodo la famiglia si allarga con l’inserimento alla batteria di Ivan Paolini.

    Per tutto l’anno i Marta sono impegnati in un intenso tour, mentre il disco continua a riscuotere successo tra pubblico e critica, spinto anche dal singolo “Vecchi Difetti”. A coronamento di un esordio folgorante, al MEI 2004 i Marta vengono premiati come miglior gruppo indipendente italiano.

    Dopo oltre 100 date live, i Marta sui Tubi si fermano e, nel 2005, entrano in studio con Marco Tagliola, già produttore di artisti del calibro Di Vinicio Capossela e Nada. E’ ad ottobre 2005 che il secondo album dei Marta sui Tubi vede la luce: intitolato “C’è gente che deve dormire” (V2/Eclectic Circus) è impreziosito dalla partecipazione di diversi ospiti: Bobby Solo, Moltheni, Paolo Benvegnù, Enrico Gabrielli e altri ancora.

    Dal disco vengono estratti i singoli “Perchè Non Pesi Niente” e “L’Abbandono”, premiato al MEI 2006 come “Miglior Video”. Con la critica che accoglie con entusiasmo il disco ed il pubblico in crescita esponenziale, comincia il lungo tour di “C’è Gente Che Deve Dormire” che supera le 150 date: tantissimi concerti, parecchi sold-out e la certezza che i Marta sui Tubi sono una delle migliori live band in circolazione. Indimenticabile l’esibizione sottozero in Val Senales in un igloo a 3200 metri suonando strumenti scolpiti nel ghiaccio.

    A inizio 2008 i Marta sui Tubi aprono la loro etichetta “Tamburi Usati” e pubblicano in aprile “Nudi e Crudi”, un DVD+CD audio che contiene le registrazioni di diversi concerti, un documentario on the road realizzato da Anna Terra e il singolo “L’Unica Cosa”, accompagnato da un video passato in rotazione su tutte le tv musicali.

    Il terzo disco dei Marta sui Tubi intitolato “Sushi & Coca” esce ad ottobre 2008, sempre per “Tamburi Usati”/Venus, ed è il risultato di mesi di lavoro assieme a Taketo Gohara; con l’inserimento nell’organico di Paolo Pischedda al piano e organo hammond, e Mattia Boschi al violoncello i Marta sui Tubi hanno realizzato il loro disco più ambizioso e sperimentale e anche quello di maggior successo. Tre i singoli usciti: “Non Lo Sanno”, “Cinestetica” e “La Spesa”, tutti accompagnati dai relativi video, il secondo dei quali ha vinto il premio PVI 2008 come miglior video in assoluto.

    Il tour di “Sushi & Coca” ha collezionato oltre 100 affollatissime date, con tappe importanti come il Primo Maggio a Roma, Italia Wave prima dei Placebo e si è chiuso ai Magazzini Generali di Milano in compagnia di Caparezza. I Marta diventano i pionieri dei Secret Concerts: particolari esibizioni nelle case dei propri fans.

    Nello stesso periodo i Marta sui Tubi partecipano anche al progetto degli Afterhours “Il Paese è Reale”, con il brano inedito “Mercoledì”, mentre Carmelo Pipitone riceve il premio INSOUND 2009 come miglior chitarrista italiano.

    Nella primavera 2010 i Marta entrano in studio con Tommaso Colliva (Muse, Calibro 35, Afterhours) per iniziare i lavori sul nuovo album. Le prime canzoni a vedere la luce sono “Coda di Lucertola”, uscita nella compilation “Materiali Resistenti” ed il singolo estivo “Senza Rete”, suonatissimo da Radio2 ed Mtv.

    I Marta inaugurano il tour 2010 con lo spettacolo “Arte sui Tubi”, che li vede protagonisti alla Fondazione Pomodoro di Milano insieme ad installazioni e attori, e lo chiudono a dicembre 2010 all’Angelo Mai di Roma.

    Altra importante apparizione è quella legata alla fiction Romanzo Criminale, con il brano “il Commissario”, uscito nella compilation distribuita da EMI e da Sorrisi e Canzoni.

    Nel 2011 vede la luce “Carne con gli Occhi”, l’ultimo disco della band. La produzione è sempre di Tommaso Colliva (Muse/Calibro 35/Afterhours).

    “Carne con gli occhi” viene recensito con favore dalle maggiori testate nazionali (da Repubblica a QN , dall’Espresso al Venerdì, da Sette a Internazionale e molte altre).

    I tre singoli estratti – “Cristiana” (Marzo 2011), Di Vino (Settembre 2011), Coincidenze (Dicembre 2011) sono stati inseriti in Playlist da Radio 2 Rai e da oltre 100 radio sul territorio nazionale.

    Il 22 gennaio 2012 Lucio Dalla partecipa ad uno speciale evento dei MST al Teatro del Navile di Bologna. L’indimenticato cantautore, che ha scritto alcune delle pagine più belle della musica italiana, in quell’occasione esegue con i Marta splendide versioni dei classici “Disperato Erotico Stomp” e “L’Anno Che Verrà”. Dalla si congeda da quel concerto definendo i Marta sui Tubi “la migliore live band italiana“!
    Da quell’incontro nasce la nuova versione di “Cromatica”, che diviene il quarto ed ultimo singolo tratto da Carne con gli Occhi; il brano viene riarrangiato e nuovamente inciso in studio con la partecipazione di Dalla alla voce e al clarinetto.

    A giugno 2012 esce la ristampa di “Carne con gli occhi” in versione deluxe, denominata “Cromatica edition” (Tamburi Usati/Venus). I contenuti extra del doppio cd sono: “Cromatica” nella versione con Lucio Dalla, “Senza Rete”, “Coda di Lucertola” e 6 canzoni registrate dal vivo durante il tour: “La Spesa”, “Camerieri”,“Perché non pesi niente”, “Muratury”, “L’unica cosa” e “Coincidenze”.

    Nell’estate del 2012 partecipano alla compilation “Tributo a Ivan Graziani” pubblicata da XL di Repubblica.

    A settembre 2012 I Marta sui Tubi partecipano ad un evento prestigioso: il Festival MITO, realizzando a Torino un concerto speciale in cui oltre la consueta scaletta viene affiancata una parte dedicata a Lucio Dalla. La band suona alcuni dei suoi brani più toccanti, tra cui Stella di Mare, Tu non mi basti mai e Le Rondini.

    Il tour di “Carne con gli occhi” giunge al termine il 10 novembre 2012, con un evento sold out a Bologna, un ospite d’eccezione come Cristiano Godano dei Marlene Kuntz ed uno spettacolo pensato per l’occasione con il nome “La Notte delle Coincidenze”; il concerto chiude 18 mesi di attività live, in cui la band realizza, con 140 affollatissime date, il tour di maggior successo della propria carriera.

    Partecipano al Festival di Sanremo 2013 nella categoria “Big” con due brani, “Dispari” e “Vorrei”, duettando anche con Antonella Ruggiero nella serata dedicata ai brani storici di Sanremo, con un bellissimo arrangiamento di “Nessuno”.

    Il 14 febbraio 2013 esce CINQUE, LA LUNA E LE SPINE , il loro quinto album.

    Il Primo Maggio 2013 salgono per la seconda volta sul palco del Concertone di Piazza San Giovanni a Roma, trasmesso in diretta su Rai 3. L’esibizione, tra le più apprezzate e coinvolgenti, ha visto in scaletta “Dispari”, “Tre”, “Divino”, “Cromatica” e “Vorrei”.

    Nel giugno 2013 esce in edicola con il mensile XL di Repubblica “Cinque, la luna, le spine e il live” l’esclusivo album dal vivo dei MARTA SUI TUBI che contiene quindici brani live, registrate live all‘Alcatrazdi Milano più Nuotando nell’aria dei Marlene Kuntz, cantata con Cristiano Godano al TPO di Bologna.

    L’inizio del 2014 vede i Marta sui Tubi impegnati in una serie di date all’estero tra Germania (Berlino e Francoforte) e Spagna (Madrid, Barcellona e Valencia). In occasione del minitour iberico esce l’EP in digitale “DE VINO”, contenente la versione in lingua spagnola dei brani : “Di Vino”, “Cromatica”, “L’unica cosa”.

    Il 17 giugno 2014 esce “Salva Gente il primo Best of dei Marta sui Tubi con la raccolta dei loro brani più importanti. L’uscita è anticipata a Maggio dal singolo omonimo “Salva Gente”, con la collaborazione del Maestro Franco Battiato.

    Nella raccolta trovano posto anche l’altro inedito “A modo mio”, l’emozionante duetto con Malika Ayane nella nuova versione de “La Ladra”, l’irresistibile tiro swing della Bandakadabra ne “Il giorno del mio compleanno” e “Cromatica” con Lucio Dalla, considerata uno dei capolavori dei Marta sui Tubi. Nuove versioni infine per i classici “L’Abbandono” e “Vecchi Difetti”.

    Il primo Best of ha dato il via al “Salva Gente Tour”, una lunga serie di concerti che ha visto i Marta sui Tubi attraversare tutta la penisola, in veri e propri happening di piazza d’estate, e in affollate feste nei più importanti live club italiani durante la stagione autunnale. Nel novembre 2014 viene presentato in anteprima al 32° Torino Film Festival “Senza Lucio” il documentario di Mario Sesti che ripercorre per immagini e voci la vita di Lucio Dalla.
    I Marta sui Tubi insieme ad altri artisti come Peppe e Toni Servillo, Charles Aznavour, Paolo Nutini, John Turturro I fratelli Taviani, Isabella Rossellini hanno partecipato al film documentario raccontando il loro personale ritratto del grande artista bolognese. Il 2015 dei Marta sui Tubi si apre con le prestigiose partecipazioni dal vivo alla trasmissione tv di Rai3 “Che Tempo Che Fa”.
    La band è ospite musicale del programma di Fabio Fazio per quattro puntate consecutive, proponendo mini live in esterna da alcuni luoghi d’arte d’Italia tra cui Palazzo Reale a Milano e Palazzo Pitti a Firenze.
    Il 3 Marzo 2015 esce la ristampa del disco d’esordio dei Marta sui Tubi “Muscoli e Dei” (Antenna Music Factory/Sony Music) L’album, uscito nel 2003, ha dato il via alla carriera della band e ad oggi è considerato un caposaldo della musica rock alternativa italiana.

    Da giugno 2015 i Marta sui Tubi sono tornati nella formazione “storica” in trio: Giovanni, Carmelo e Ivan.